au

Autodromo
dell’Umbria

Calendario
2017

au

Autodromo
dell’Umbria

BMW 318
Racing Series

au

Autodromo
dell’Umbria

Aci racing
Weekend



AUTODROMO DELL’UMBRIA: UNA STORIA GLORIOSA, UN FUTURO AVANGUARDISTA.

Forse in un bar di un piccolo paese alle porte di Perugia, agli inizi degli anni 70, mentre si discuteva accanitamente di corse e di motori, ad un gruppo di amici venne in mente di crearsi la propria pista personale per dare libero sfogo alla propria passione. Era più o meno la primavera del 1972 quando il nucleo della Scuderia Carpine formato da Lorenzo Rondini, Giulio Capolsini, Umberto Mannocchi, Paolo Bietoloni, Gianni Moretti, Francesco Terradura e Giuseppe Tarpani decise di passare dalle parole ai fatti avviando la realizzazione di un piccolo circuito su un terreno di proprietà di uno dei soci nella valle di Bacanella, una località in pianura a pochi chilometri dall’abitato. L’autodromo di Magione venne inaugurato nella primavera del 1973 e la prima gara che si corse inaugurò una tradizione destinata a divenire un punto fermo dell’automobilismo italiano per almeno un ventennio: la Pasqua del Pilota. Probabilmente quei quattro amici non immaginavano quanta importanza avrebbe assunto negli anni a venire la loro iniziativa, di certo avevano creato la base per la diffusione della cultura dello sport del motore nel centro Italia. L’autodromo di Magione, che al tempo era uno dei più piccoli d’Italia con una lunghezza di 1650 metri, in breve divenne un impianto di rilevanza nazionale e fu teatro di sfide importanti in tutte le categorie che disputavano una o più prove di campionato sul piccolo impianto umbro che , a dispetto dell’esigua estensione della pista, era considerato molto tecnico e divertente.

Leggi tutto

Partner