L'Autodromo dell'Umbria in collaborazione con gli Automobile Club Perugia e Terni, organizza dal 11 al 14 ottobre 2007, il quattordicesimo Giro Automobilistico dell'Umbria, rally internazionale per vetture storiche con prove speciali su strada ed in circuito.

La corsa, che attraverserà i luoghi più suggestivi della regione, si articolerà su tre tappe ripercorrendo i tracciati delle più importanti corse su strada che animarono l'attività agonistica del secolo passato.

In coda al rally e sullo stesso percorso verrà disputata anche una gara di regolarità per auto storiche.


La prima edizione moderna, del Giro Automobilistico dell'Umbria, organizzata nel 1948 dall'Automobile Club Perugia, si ispirava alla gloriosa Coppa della Perugina, storica gara di velocità su strada degli anni '20. Le successive edizioni fino al 1954 furono tra gli appuntamenti più prestigiosi ed impegnativi dell'automobilismo agonistico italiano. Dal 1977 fu introdotta la nuova formula della gara a tappe con trasferimenti a tempo e Prove Speciali su strada ed in circuito.

Oggi il Giro Automobilistico dell'Umbria viene riproposto individuando come protagoniste assolute quelle vetture storiche che tanta gloria portarono all'automobilismo italiano.



Lunghezza totale:
- del percorso Rally Km. 568,752
- del percorso Regolarità Km. 478,179

Totale delle Prove Speciali su strada:
- Rally e Regolarità Km. 43,363

Totale delle Prove Speciali in circuito:
- Rally Km. 120,336
- Regolarità Km. 65,413



11 ottobre 2007 Autodromo dell'Umbria - Magione

Verifiche sportive e tecniche - ore 09.30/12.30 - 14.00/16.00
Le operazioni preliminari del XIV Giro dell'Umbria avranno luogo presso la moderna struttura dell'Autodromo di Magione che sarà anche sede d'arrivo di ogni tappa. L'impianto sportivo, è situato a ridosso del Lago Trasimeno ed a pochi chilometri da Perugia. Posizionato nell'ambito di un territorio con alta qualità turistico ricettiva, sarà la sede ideale per ospitare il fulcro logistico della manifestazione.



1a Tappa - 12 ottobre 2007 Orvieto - Todi - Magione Km 168

La partenza della prima tappa, avverrà dalla Piazza che ospita il Duomo di Orvieto, capolavoro architettonico del gotico umbro. Si affronterà quindi la prima Prova Speciale San Giorgio-Colonnetta che sale verso il Monte Peglia con un tracciato veloce ed impegnativo. Si scenderà poi verso il Lago di Corbara, da cui prenderà il via la seconda Prova Speciale che con un percorro tortuoso e ondulato, porta da Canonica a Mandoleto. Nella splendida città di Todi, verrà effettuato il riordino. Il successivo trasferimento avverrà percorrendo la Strada Provinciale Marscianese che attraverso le colline umbre porterà i concorrenti all'Autodromo di Magione dove prenderà il via la Prova Speciale su dodici giri del circuito.

ORVIETO

Fortemente segnata dalla presenza degli Etruschi, prende nel III secolo a.C. il nome di "Volsinii". Dopo la conquista da parte dei Romani, fu chiamata "Urbs Vetus". Occupata successivamente dai Goti, dai Bizantini e dai Longobardi, si proclamò nel XIV secolo, libero comune della marca Toscana. Coinvolta nelle lotte tra Guelfi e Ghibellini subì il dominio dello Stato Pontificio, divenendo residenza papale. Con l'avvento del Regno d'Italia, divenne sede di un importante centro sportivo militare. Oggi si propone come una città ricca di iniziative artistiche, religiose, ed enogastronomiche.
TODI

Città natale del monaco poeta "Fra Jacopone" è posizionata in un incantevole paesaggio collinare. Fondata dall'antico popolo dei Veii Umbri" divenne etrusca acquisendo il nome di 'Tutere". Nel IV secolo, con la conquista da parte dei Romani, fu chiamata 'Tuder'. Dopo l'anno mille subì i domini delle potenti famiglie dei Malatesta, Sforza, Angiò ed infine dello Stato Pontificio. Nel periodo Napoleonico ebbe il suo massimo splendore economico. Considerata universalmente una città a "misura d'uomo", con i suoi monumenti e la sua storia offre al visitatore il giusto equilibrio tra tradizione e modernità.
MAGIONE

Posta sulle alture che dominano il Pian di Carpine è storicamente legata all'ambito dei possedimenti perugini. Crocevia di pellegrinaggi religiosi, divenne nel IX secolo sede di un importante ospizio dei Cavalieri del Tempio che accoglievano e curavano i fedeli. Quando l'ordine dei Templari subì lo scioglimento, il Castello divenne sede di un presidio dei Cavalieri Gerosolimitani che mantennero vivo lo spirito di accoglienza. Oggi il fortilizio o magione, da cui prende il nome la città, ospita un importante nucleo del Sovrano Ordine Militare dei Cavalieri di Malta.


2a Tappa - 13 ottobre 2007 Magione - Gubbio - Magione Km 249

Partenza da Magione, trasferimento fino alla città medioevale di Gubbio da dove prenderà il via la velocissima prova speciale Gubbio-Madonna della Cima. Sfiorando poi la regione Marche, si tornerà nell'Alta Valle del Tevere dove verrà effettuata, su un tracciato tipicamente rallystico la Prova Speciale Ospidaletto-S. Benedetto Vecchio. Il riordino sarà allestito nella città di Umbertide. Successivamente ci si porterà presso l'Autodromo dell'Umbria dove avrà luogo la prima Prova Speciale in pista. Al termine si raggiungerà la località di San Vito per effettuare la Prova Speciale su strada Trecine-Castel Rigone. Dalle colline sovrastanti il lago Trasimeno, si raggiungerà di nuovo l'Autodromo di Magione dove verrà disputata la seconda Prova Speciale in circuito.

GUBBIO

Antica e fiera città fondata dagli Umbri, si confrontò aspramente tra il III ed il secolo a.C. con il confinante popolo etrusco. Conquistata dai Romani, "Iguvium", così fu chiamata la città, ricoprì una grande importanza militare ed economica. Nell'XI secolo a seguito delle lotte contro i Perugini, entrò nell'orbita pontificia divenendo poi parte integrante del Ducato di Urbino. La città è riuscita a mantenere vive le tradizioni ed il suo genuino stile di vita. Nota per la sua unica e coinvolgente "Corsa dei Ceri", ha fatto del suo territorio un punto di eccellenza per la produzione dei tartufi.
UMBERTIDE

Costruita sulle rive del Tevere, divenne crocevia degli scambi economici tra le popolazioni umbre e quelle etrusche. Con la conquista da parte dell'Impero Romano fu denominata "Pitulum". Distrutta dagli Ostrogoti, fu ricostruita nell'VIII secolo con il nome di "Fratta" divenendo poi possedimento pontificio. La sua importanza strategica e militare la pose a difesa del confine papale dal Granducato di Toscana. Annessa al Regno d'Italia, prese nel 1863 il nome del suo moderno fondatore: Umberto Marchese di Toscana. Oggi è un fiorente centro economico, industriale ed agricolo.
LAGO TRASIMENO

E' il bacino lacustre più grande dell'Italia centrale. Occupa una superficie di 128.000 kmq. Poeticamente descritto come un velo d'acqua su un prato fiorito, le sue sponde creano scorci paesaggistici suggestivi e luminosi. Lo abitano folaghe, germani, falchi e una innumerevole quantità di specie di pesci di acqua dolce. Nei numerosi centri abitati che caratterizzano le sue coste, si trovano gli approdi per i collegamenti navali con le tre isole: Polvere, Maggiore e Minore. Oggi è meta di un qualificato turismo internazionale e di manifestazioni folcloristiche e sportive di alto livello.


3a Tappa - 14 ottobre 2007 Magione - Cortona - Magione Km 143

Dall'Autodromo dell'Umbria, si arriverà attraverso gli oliveti che costeggiano il Lago Trasimeno, alla Prova Speciale su strada Tuoro-La Cima. Successivamente si raggiungerà la splendida terra Toscana, dove attraverso i lunghi rettilinei ed i tortuosi tornanti della Camucia-Cortona si effettuerà la seconda Prova Speciale. Nel centro della città toscana, sarà allestito il riordino. Successivamente, i concorrenti ripercorrendo le colline umbre, arriveranno alla partenza della terza Prova Speciale Lisciano Niccone-La Cima. Ultimo impegno della giornata e della XIV edizione del Giro Automobilistico dell'Umbria sarà la decisiva Prova Speciale in circuito che si articolerà in dodici giri della pista di Magione.

TUORO SUL TRASIMENO

Centro turistico collinare si estende con le sue strutture ricettive fino alle rive del lago, dove nel 217 a.C. ebbe luogo la famosa e drammatica Battaglia del Trasimeno in cui l'esercito romano di Caio Flaminio fu sconfitto da quello cartaginese guidato dal grande condottiero Annibale. Risalendo verso Monte Castelluccio ci si addentra nel tipico territorio umbro, raggiungendo l'antico abitato di Lisciano Niccone. Da qui il turista, attraverso paesaggi dall'antica atmosfera agreste, si può inoltrare nella rigogliosa e luminosa Valtiberina.
CORTONA

Insediamento di antichissime origini (VIII secolo a.C.) fu inizialmente città umbra. Divenuta un importante centro economico, costituì con Arezzo e Chiusi il territorio dell'Etruria. Successivamente alla battaglia del Trasimeno (217 a.C.) divenne Municipio Romano. Coinvolta nelle lotte tra Guelfi e Ghibellini, finì per essere definitivamente integrata nell'area territoriale del Granducato di Toscana. Nel 1860 fu annessa al Regno d'Italia. Oggi la città toscana, meta di un turismo internazionale e qualificato, offre bellezze paesaggistiche ed una intensa attività culturale.
AUTODROMO DELL'UMBRIA

Fu inaugurato nel 1973 grazie all'impegno di sei sportivi magionesi. Acquisito dall'Automobile Club Perugia, fu ampliato nel 1986 divenendo Autodromo Regionale. Dotato delle più moderne strutture tecnologiche e particolarmente avanzato sul fronte della sicurezza, con un tracciato (lunghezza Km. 2,507 - larghezza costante m. 11) molto tecnico e misto-veloce, ospita prestigiose gare nazionali ed internazionali di auto e di moto. L'Autodromo dell'Umbria, oltre che sede del Centro di Guida Sicura, ospita anche la "Scuola Piloti Henry Morrogh".


AI termine della manifestazione, gli equipaggi saranno premiati in una cerimonia di saluto, organizzata nel suggestivo castello di Pieve del Vescovo situato nel territorio di Corciano.



Si ringraziano le Amministrazioni Comunali delle città di:
Magione - Orvieto - Gubbio - Todi - Tuoro - Passignano S.T.
Lisciano Niccone - Umbertide - Pietralunga - Cortona