Oltre cento piloti al via nell’ultimo week end agonistico 2021 all’Autodromo dell’Umbria

Oltre cento piloti hanno preso parte all’ultimo fine settimana motoristico della stagione 2021 svoltosi all’Autodromo dell’Umbria.

In pista si sono alternate le auto del Trofeo Italia Storico e del Trofeo Italia Classico, le due categorie che hanno animato l’intera stagione motoristica del Borzacchini. Assieme a questi, anche un’edizione speciale dell’Individual Races Attack, il format di competizione “inventato” all’Autodromo dell’Umbria alcuni anni fa, che prevede di adottare per una gara in pista lo stesso regolamento delle cronoscalate: partenza individuale per ogni concorrente e classifica ottenuta in base al miglior tempo sul giro realizzato.

In questa speciale categoria la vittoria è andata a Roberto Malvasio su Radical Sport Sr4 1600 con il tempo complessivo su due manche si 9’47”45. Al secondo posto la Black di Mauro Cesari, che ha ottenuto un crono complessivo di 10’28”18, mentre terzo sul podio assoluto è stato il perugino Giovanni Rosi con la Chevron B16 (10’44”16). Ottavo posto assoluto per Deborah Borccolini, unica lady in gara, che con la sua inseparabile Mini Cooper S ha realizzato il tempo di 11’28’98.

Le classifiche complete e aggiornate sono disponibili a questo link: https://bit.ly/3psyE7B

Nel Trofeo Italia Storico, l’alto numero dei concorrenti ha consentito la suddivisione in due diversi gruppi, che hanno disputato una gara ciascuno: fra le auto fino 1.6 cc si è imposto Simone Sartoni su VW Scirocco, seguito dall’Alfa 33 di Gabriele Crocchini; terzo sul podio Giuseppe Covotta (Fiat 128 Coupé). Fra le più potenti auto storiche oltre 1.6 affermazione per Roberto Arnaldi su Alfa Romeo GTAm, seguito da Mauro Simoncini (Mercedes 190E) e Luigi Zoccali (Peugeot 205 GTi).

Tutte le classifiche complete come di consueto sono disponibili su https://bit.ly/3Dx2b56.

Anche nel Trofeo Italia Classico (riservato ad auto più moderne) si è corso in due manche, suddivise per cilindrate: nel Primo Raggruppamento ha vinto Alessio Danese (Honda Civic) seguito da Tonino Scocco su Peugeot 106 e Francesco Fasolino su Citroen Saxo Vts; fre le auto più potenti ha tagliato primo il traguardo Tobia Zarpellon su BMW M3, secondo posto per Michele Materni su BMW 318 e terzo gradino del podio per Michele Mocetti (Renault Clio). Anche in questo caso le classifiche complete sono su https://bit.ly/3Dqodq1 

 

In questa occasione per la prima volta a Magione si è corsa anche una prova della serie E-STC, che si disputa con auto Tesla completamente elettriche: un primo “assaggio” di una serie destinata al sicuro successo, che potrebbe tornare a competere in Umbria anche nel 2022. In questa occasione il successo è finito nelle mani di Luigi Ferrara in gara 1 e Giacomo Ghermandi in gara 2.

 

Con quest’ultimo appuntamento sportivo si chiude la stagione dello sport motoristico al Borzacchini di Magione, che però continua con l’attività di prove libere e corsi di guida sicura per il mese di Dicembre.

 

Per non perdere aggiornamenti, comunicazioni e novità dall’Autodromo dell’Umbria è possibile seguire le pagine social:

https://www.facebook.com/magioneautodromodellumbria e l’account Instagram https://www.instagram.com/autodromo_magione/